ilnardi.it
20 giugno - Camorra
Arrestato mentre festeggia la mamma
Era in latitanza da due anni il boss Pasquale Abate

Core de mamma. Torna dalla latitanza proprio per stare "ssieme co no pezz e core" e invece il sentimentalismo si ripiega in errore marchiano. Viene arrestato dai carabinieri che prevedevano la caduta sentimentale o avevano avuto una soffiata. Pasquale Abate dimostra che anche i boss della camorra hanno un cuore ma indica alle forze dellordine la mappa dei suoi spostamenti. Si rende prevedibile. I sentimenti rendono prevedibile. Questo vale sia per loggetto di desiderio sessuale sia per il più ancestrale dei sentimenti come laffezione per la mamma.

Pasquale Abate è ritenuto lil reggente dell'omonimo clan camorristico dei 'Cavallari'. Campo di attività: San Giorgio a Cremano e aree vicine.
Lo cercavano dal dicembre 2009,. Deve finire di scontare 22 anni di reclusione per associazione per delinquere di tipo mafioso e altri reati.