ilnardi.it
00 - governi locali economie globali
Europa guarda l'Europa e non il mondo
Ma i metodi e ritmi di crescita in pratica degli altri paesi industrializzati sono impraticabili da noi. Resistere o trasformarsi radicalmente. Ancora Pistacchio e Nardi

Da Fabio Pistacchio

Il progetto dell'europa federale esiste dal 1960 anno dei trattati di Roma, se non mi credi leggili,
tant'è che la libera circolazione delle merci, la moneta unica erano propedeutici al progetto.
Addirittura nel 1988-90 si discuteva di aliquota unica dell 'IVA per tutti gli stati da riscuotere in partenza.
L'europa delle merci e della valuta non và da nessuna parte.... Persino Prodi e Khol lo hanno detto in interviste
e pubblicazioni intorno al 2000 !!
La verità è che l'Europa da fare col sangue è già stata tentata.. , passando per Napoleone, da Bismarck fino a 
Hitler (udite, udite).
Il progetto di passare per la via economica senza spargimenti viene proprio dall'inutilità di quei confitti e dagli orrori
da essi generati. Era un progetto di colonizzazione, non di federalismo ed era condannato al fallimento.

Le grandi differenze culturali dei vari paesi non sono l'ostacolo principale, cosa avevano da spartire i bostoniani con
gli yankee ?  Semmai è vero che in america c'era un nemico comune: L'inghilterra ,che ha fatto da enzima
catalizzatore alla nascita degli USA.

Il nemico comune dell'Europa c'è , il problema è che nessuno lo vede con chiarezza (USA a parte).
400 milioni di europei e 300 milioni di americani presi come due blocchi sono responsabili di oltre il 65% del pil
mondiale. con sinergie economiche (e chissà.. un domani politiche) insieme sono in grado di competere con
successo ad una sfida con i paesi emergenti CINA, INDIA e chi più ne ha....
VIceversa già nel 2018 la CINA sarà il player principale.
Allora delle 2 una:
Vogliamo vivere come i cinesi o forzarli "obtorto collo" ad avvicinarsi ai nostri standard sociali ?
Il progetto Europa esiste, deve esistere per forza !!
Personalmente credo sia senza alternative.

Il nanismo di Moro non c'entra, Moro non si è confrontato come costoro (Merkel Sarko ecc...)
con una realtà economico sociale quale è quella dal 2005 ad oggi....
Naturale poi che fosse totalmente assorbito dal conflitto PCI-DC e governo del paese cercando un modo per
venirne a capo. Insomma i tempi non erano maturi.

Se i governanti odierni deleghino al parlamento europeo la soluzione di alcuni problemi per scarica barile od
altro non mi interessa... l'importante è che deleghino !!
Così come un parlamento europeo che abbia bisogno dell'unanimità è inutile...

Così come l'esasperazione delle autonomie locali è uno sbaglio in Italia ed altrove,
altrettanto sbagliato è discutere dei problemi attuali su orizzonte limitato l'Italia, le banche, il tornaconto
del ceto medio....., la provincia tale.... il comune talaltro.....

Ma non la vedete la massa enorme del Moloch che si avvicina ?

meditate gente.... meditate...

Un Fabio Profetico (in senso cassandresco)


Dal nardi


Fabio, scusa, non so a quali fonti ti riferisci. Le fonti comunque vanno lette bene con attenzione, loro stesse hanno il dovere di riportare con esattezza. Non so se le tue seguano questo dovere sacro. In ogni caso vanno citate, visto che fai tanto il saputello. Io vado a memoria, ma se vuoi vado a riprenderti i testi ufficiali prodotti dallUnione. Non so se vanno bene. Che la questione sia stata posta è fuori discussione. Che sia stata bocciata è un altro fatto. E siamo stati noi a farlo. Se vuoi influenzati o sotto pressione degli Usa. Ma questo è successo. Non fare lo spiritoso parlandomi di Napoleone e Hitler. Dici cazzate. Io ti parlo di un progetto che non ha respiro perché non ci sono le volontà, non ci sono le economie che possono mettersi in sintonia. Tanto che sotto immensa pressione di questi giorni non riescono a farlo. Perché non riescono a farlo? Perché la crisi non è delleconomia reale che abbisogna di collegamenti più forti, di sveltire i rapporti La crisi è delle banche. Solo loro. Gli Stati gli vanno dietro perché debbono. Una banca grande che fallisce mette in ginocchio il sistema paese dove opera. Questa è la cifra del problema.

E poi basta con questo spauracchio degli americani che in buona compagnia dei cinesi e dellimpero nipponico ci rendono la vita impossibile! Basta con queste argomentazioni! Mi sembra il ragazzino adolescente che se la prende col padre e la madre perché non ha cognizione che deve prendersela con sé stesso per i suoi fallimenti. LEuropa è indietro nel mondo. LEuropa è ottocentesca. La percezione della velocità dei cambiamenti invece hanno un sapore che per noi è da duemila cento. Così non ce la faremo mai. Da paesi colonizzatori diventeremo colonizzati. È inevitabile. E forse è pure meglio così.

Senza offesa, eh!

 

angelo assorto